Viaggi fotografici: raccontare lo spirito di un luogo e di una comunità

In alto: Seppe, un partecipante belga di un laboratorio che abbiamo tenuto in Etiopia / Fotografia di Elisa Amati

I viaggi fotografici di AlterNative Storylab sono laboratori itineranti aperti a tutti coloro — fotografi, giornalisti, blogger, documentaristi, ricercatori o semplici viaggiatori — che desiderano apprendere il processo narrativo e le tecniche necessarie per raccontare lo spirito di un luogo e di una comunità.

Questi laboratori non sono focalizzati sulla realizzazione delle “solite” fotografie di viaggio. Si tratta invece di lavorare insieme alle comunità che ci ospitano, lasciarsi condurre attraverso le contraddizioni della loro esperienza umana e catturarne lo spirito, misurandosi con i limiti imposti da un vero progetto editoriale pronto per essere condiviso con il suo pubblico di riferimento.


Destinazioni 2019/2021

Nella mappa puoi vedere le nostre destinazioni per il prossimo triennio (nota che qui sono presenti solo notizie generiche sui vari Paesi).

Tutti i viaggi — tenendo conto delle condizioni climatiche più favorevoli per le diverse aree geografiche — possono svolgersi in più periodi dell’anno.


Come viaggiare con noi

I nostri viaggi sono altamente personalizzabili e costruiti intorno alle reali esigenze dei partecipanti. Per esporci le tue esigenze — cosa vorresti conoscere o chi vorresti incontrare in una specifica destinazione tra quelle che copriamo —  o per ricevere consulenza o informazioni dettagliate su programmi, eventi da vedere, date disponibili, costi, comunità coinvolte o obiettivi dei progetti, scrivi a [email protected]

“Smile”, la barca che è stata il nostro studio mobile, per un mese, durante un laboratorio itinerante nel Reconcavo Bahiano, Brasile.

Logistica, pernottamenti e spostamenti

Nei nostri viaggi si vive, si lavora e si mangia sempre a stretto contatto con le comunità che ci ospitano. Per i pernottamenti ci avvaliamo di strutture che rispettano i nostri criteri etici e che apportano un reale beneficio ai luoghi e alle comunità in cui sono implementate.

Per gli spostamenti utilizziamo i mezzi più adatti alle caratteristiche del luogo e all’obiettivo del reportage: automobili, fuoristrada 4×4, mezzi pubblici, barche a vela, etc.

Qualunque sia la destinazione operiamo sempre in luoghi conosciuti dai nostri fotografi (e/o dai nostri partner locali), con alti standard di sicurezza e in totale collaborazione con le comunità che ci ospitano.

Invito a cena presso una comunità Hamer durante un laboratorio itinerante in Omo Valley, Etiopia.

Requisiti necessari per partecipare

I nostri viaggi e reportage partecipativi sono esperienze impegnative e molto intensive — soprattutto dal punto di vista umano ed emozionale — ma non richiedono una grande esperienza tecnica o attrezzature particolari: i nostri fotografi sono sempre al tuo fianco e ti assistono affinché tu possa realizzare ciò che serve per raccontare la storia.

Servono solo una mente aperta, un certo spirito di adattamento, una macchina fotografica di qualsiasi tipo (meglio se con obiettivo grandangolare e con qualche batteria di riserva), un computer portatile (consigliato ma non indispensabile), una penna, un taccuino e — soprattutto — molta curiosità per l’Altro e per le comunità che ci ospitano.


Vuoi viaggiare con noi?

Per esporci le tue esigenze e/o per informazioni dettagliate su programmi, date disponibili, costi, comunità coinvolte e obiettivi dei progetti, scrivi a [email protected]