Chi siamo

AlterNative Storylab è un centro di fotografia documentaria e progettazione editoriale focalizzato sulla rappresentazione del senso di comunità — e delle sue contraddizioni — in un mondo multi-locale, formato da identità collettive e individuali in perenne mutazione.

Operiamo in tutto il mondo, soprattutto all’interno di quelle piccole comunità capaci di armonizzare la difesa e la valorizzazione della propria diversità culturale con un’attitudine conciliatrice, umanitaria, aperta e rispettosa di tutte le individualità che le abitano o le attraversano.

Tramite reportage partecipativi, pubblicazioni e scambi culturali, cerchiamo di dare una forma concreta, comprensibile e libero da cliché a un’ideale — presente in quasi tutte le culture — di casa comune: quel sentire di appartenersi gli uni agli altri, anche e soprattutto tra diversi.

Magalog 2018: clicca su “open” per visualizzarlo a pieno schermo.

Fondatori e collaboratori

Nato da un’idea di Dorin Mihai e Claudio Maria Lerario, Alternative Storylab è un progetto cooperativo che si avvale del contributo di un gruppo di individui — giornalisti, scrittori, artisti, designer, educatori, operatori umanitari, ricercatori ed esploratori di ogni tipo — di origini, culture e opinioni diverse | Incontra il team | Partenariati

Ci lega un’idea comune: ogni immagine e ogni parola prodotta al nostro interno deve contribuire a (ri)scoprire, evocare e affermare la nostra comune umanità. Crediamo che — oggi più che mai, in quest’epoca di muri, confini ed egoismi — questo sia un atto di necessaria resistenza.


Claudio Maria Lerario / Fotografo

Nato a Genova, Claudio inizia a lavorare per l’editoria internazionale nel 1986, in Norvegia, come illustratore nel campo dell’etnologia marittima. Nel 1992 si converte alla fotografia sociale e di viaggio: da allora le sue immagini sono state usate da case editrici, musei, agenzie pubblicitarie, organizzazioni umanitarie e istituzioni pubbliche in almeno trenta Paesi del mondo.

Nel 2008 ha abbandonato i media meanstream per dedicarsi alla ricerca di storie di resilienza, cambiamento e bellezza: storie che — ovunque nel mondo — uniscono idealmente persone, comunità e culture anche molto diverse tra loro.


Dorin Mihai / Fotografo

Nato a Galati (Romania), Dorin vive e lavora a Rimini, in Italia. Subito dopo gli studi di informatica, ha intrapreso una carriera come fotografo professionista in campo documentaristico. Da allora ha pubblicato — sia in Italia che all’estero — una lunga serie di reportage e ha esposto in numerose mostre, sia individuali che collettive.

Attualmente il lavoro di Dorin si concentra sull’esplorazione di piccole comunità marginalizzate — soprattutto in Romania, Italia e Maghreb — per documentare i loro sforzi per mantenere viva e la propria identità culturale.